Skip to main content

NEWS

I Carri del Carnevale di Fano 2020

Il 9 febbraio è iniziato ufficialmente il Carnevale di Fano 2020. la prima domenica è stata una giornata ricca ed emozionante, a cominciare dal Carnevale dei Bambini la mattina per poi passare al clou con lasfilata dei Carri Allegorici e lo spettaccolo delle ballerine cubane Las Chica Cuba Show che si sono esibite nell’area Pincio, scatenando la folla.

I veri protagonisti di questa giornata sono stati i carri allegorici, c’era molta attesa per i nuovi carri di questa edizione a tema green I Sentieri dell’Eco: casca il Mondo, casca la Terra, tutti giù per Terra” e che sono riusciti a meravigliare le tante persone presenti.

I carri sfilano lungo via Gramsci in tre diversi momenti del grande corso mascherato: il primo è quello di presentazione, il secondo è il getto e il terzo è quello più suggestivo delle luminarie.

In questo articolo vi illustriamo i giganti di cartapesta, che sfileranno ancora il 16 e il 23 febbraio:

  • i carri di prima categoria,

  • i carri di seconda categoria,

  • le mascherate.

Ma scopriamoli insieme?

I carri di prima categoria

Sono i carri più grandi e scenici del Carnevale, quelli che chiudono la sfilata e sono animati da ballerini mascherati secondo il tema del carro. Quest’anno ne sono stati realizzati tre ex – novo. Ma sapete che tutti i movimenti sono meccanici? Ve li presentiamo:

 

  • Potenza Inaudita. Progetto di Matteo Angherà, realizzazione diCarnival Factory

    E’ un nuovo carro allegorico che, come gli altri, è dedicato all’ambiente. E’ un’ode alla forza della natura che ci abbaglia con le sue meraviglie ma che è anche capace di toglierci, con un solo colpo di vento, qualsiasi cosa per darci un segnale che il mondo sta cambiando. Il carro è un monito per ricordarci che i cambiamenti climatici sono la conseguenza dell’inquinamento e del riscaldamento globale.

 

  • E’ tutto nelle nostre mani.Progetto di Valeria Guerra, realizzazione dell’associazione Gommapiuma per Caso.

    Anche questo è un nuovo carro di prima categoria. Qui viene presenta una terra malata, sorretta da delle mani umane, con fabbriche inquinanti, fumose ciminiere, la desertificazione e lo scioglimento dei ghiacciai che la rendono sempre più arida e secca. Solo l’intervento di nuove fonti d’energia alternative possono rianimarla e ridare la speranza di un mondo migliore, rappresentate da girandole colorate.

     

    • Vita natural durante. Progetto di Anna Mantonavi, realizzazione di Carnival Factory. Questo nuovo carro ci parla di una fiaba di animali e di specie che non vogliono estinguersi e che smettono di essere oppressi ed uccisi dal genere umano. Ed ecco apparire un pipistrello, un lupo e un uccello, confusi in un corpo di donna che danno inizio ad un rito e aiutati dal Sole, dalla Luna e da Venere, sprigionano un’energia cosmica che scatenerà una rivoluzione planetaria. Riusciranno a salvare il pianeta?

     

       

      • Carnevale di Fano. Progettazione e realizzazione Carnival Factory. Questo gigante di cartapesta, realizzato nel 2019,apre la sfilata del Carnevale di Fano e accoglie gli ospiti delle tre sfilate. Lo ha fatto ieri con il giovane attoreFederico Ielapi, protagonista dell’ultimo film di Matteo Garrone Pinocchio e con l’artista fanese affetto da sindrome di down Manuel De March e lo farà con gli altri ospiti di domenica 16 e 23 febbraio, Antonio Mezzancella e Povia .

        Il carro è composto da una serie di Vulòn, la maschera tipica del Carnevale di Fano,che circondano la protagonista dell’edizione dell’anno scorso: la Vulona, il suo alter ego femminile.

        Ecco un breve racconto sulla storia del Vulòn (dal sito http://www.carnevaledifano.com). “

        E’ un antico spadaccino, armato si di spada ma che finge di suonare il liuto mentre, in realtà, è tutto intento a guardarsi intorno furbesco. Deriva da una tradizione seicentesca che lo vide sbarcare da una nave, reduce da misteriosi viaggi in oriente proprio nei giorni di Carnevale, e venire ammirato dalla folla. Egli scaricò la nave di tutta la preziosa mercanzia e quando la gente gli chiese di dire il suo nome egli rispose: “Nessuno mai lo seppe ma poiché mi avete fatto vostro ecco: Volone mi chiamo”. E la folla: “Viva Volon!”.Il termine “Vulone” è entrato poi a far parte dell’uso dialettale stando a significare bullo, gradasso, spaccone”.

       

      I Carri di seconda categoria

      Sono carri più piccoli e meno strutturati, ma sempre molto affascinanti che aprono la sfilata ai carri di prima categoria.

      • El Vulòn. Bozzetto e realizzazione Mauro Chiappa, di Fantagruel.

        La figura del Vulòn è protagonista di questo carro di seconda categoria, qui lo troviamo a spadroneggiare in piedi sull’Arco d’Augusto, contornato da alcuni quadri raffiguranti la maschera originale realizzata dall’artista fanese Rino Fucci nel 1951.

       

      • Barbie Greta. Bozzetto e realizzazione di Daniele Mauro Chiappa, di Fantagruel.

        Questo carro è dedicato a Greta Thunberg, l’attivista svedese, icona mondiale della lotta al cambiamento climatico. La giovane ambientalista è rappresentata all’interno della classica scatola della più famosa bambola di plastica della storia, a rappresentare un campanello d’allarme sulla mercificazione e lo sfruttamento da parte della grande industria e dalle multinazionali, circondata da animali sofferrenti a causa dell’inquinamento.

       

      • Capitan Aset. Progetto e realizzazione di Luca Vassilich, dell’associazione Carnival Factory in collaborazione con Aset La pulizia e l’igiene di Fano sono la missione di Capitan Aset che giorno e notte vigila sulla città. La raccolta differenziata è la sua forza e garantisce i “ciaciuloni” (coloro che sporcano) alla giustizia. Forza Capitan Aset!

       

      • Costa parchi edutainment. In collaborazione con Costa Parchi, realizzazione Associazione Carnival Factory.

        Il carro raffigura, in allegoria, i quattro parchi Costa Edutainment: Aquafan, Italia in Miniatura, Oltremare, Acquario di Cattolica. Nei quattro parchi, i tesserati Carnevalesca, hanno diritto ad un ingresso gratuito per adulto se accompagnato da adulto pagante tariffa intera. L’offerta è valida per la stagione 2020.

      • Superazzurro. Progetto e realizzazione di Mauro Chiappa – FantagruelBozzetto e realizzazione Mauro Chiappa Fantagruel. Viene riproposto un restyling del carro del famoso ristorante Pesce Azzurro di Fano con un pesce super eroe che salverà il mondo dalla pazzia e dall’incoscienza dell’umanità. Si vede infatti il protagonista, un pesce gigante con maschera e mantello come un eroe che salva la terra. Portandolo sulle sue spalle, Superazzurro, si fa carico del globo e lo fa scappare dall’inquinamento, incendi e disastri ambientali legati alla condotta scorretta dell’uomo.

       

        • Leonardo Da Vinci il genio del Rinascimento. Progetto e realizzazione dell’associazione Montale di Arcevia. Con questo carro, all’insegna del riciclo, l’associazione Montale di Arcevia ha voluto raccontare da un lato il poliedrico "Lionardo di ser Piero di Anchiano di Vinci" ingegnere, scienziato, artista e artigiano e dall’altro la passione che pochi conoscono: Leonardo era fortemente legato al vino. Tutto il carro è realizzato interamente a mano, i vestiti sono realizzati con materiale di scarto della realizzazione di tomaie per calzature, come anche la tela dell’elicottero. I disegni applicati nei pannelli immortalano le principali opere di questo genio del rinascimento. Anche la pittura di Arcevia è interamente fatta a mano con pittura acrilica. Il pavimento è realizzato con tavole originali di un solaio di una casa colonica dei primi del’ 900.

        • E’ Arabita, carro allegorico della Musica Arabita. Ideazione e Porgetto Samanta Bartolucci, Anna Mantovani, Daniele Mancini Palamoni e associazione Carnival Factory. Questo carro ospita la Musica Arabitalastreet bandufficiale del Carnevale di Fano, molto particolare e unica, dove i musicisti si mischiano a personaggi presi dalla strada che suonano i “Batanaj” strumenti inventati e costruiti con oggetti della quotidianità marinara e contadina. Con loro ad animare la sfilata la Borghetti Bugaron Band che ha scritto anche l’inno ufficiale del Carnevale Avanti e Indrè”. 

        Le mascherate

        Le mascherate accompagnano le sfilate dei carri e si ispirano al soggetto degli stessi. Quest’anno sono state realizzate dalle quattro fazioni della città (Volpe, Cinghiale, Lupo e Delfino):

        • la fazione della Volpe ha realizzato la mascherata la Foresta dei Violini, associata al carro di prima catagoria Potenza Inaudita.

        • la fazione del Cinghiale ha creato la mascherato Il mondo è nelle nostre mani – la terra è un bel posto e vale la pena lottare per lei, del carro è tutto nelle nostre mani.

        • Quella del Delfino hanno realizzato Human Plastic Doll, ispirata al carro Barbie Greta

        • Mentre la fazione del Lupo ha creato Rivoluzione Planetaria associata al carro Vita Natural Durante

        Maggiori info

        Carnevale di Fanohttps://www.carnevaledifano.com/

        Il Carnevale di Fano. Ecco i 10 motivi per non perderlohttp://ht.ly/MJwc30qgvid